SITE MAP
   
GUESTBOOK
ABOUT US
    Documento senza titolo
WELCOME TO OUR WEBSITE...


Documento senza titolo




Documento senza titolo

 
COLLEGIO S. GIOVANNA D'ARCO
 

Nascita della Scuola/Collegio

Negli anni 1900 i carmelitani italiani dirigono un collegio dopo essere succeduti a dei religiosi francesi. Dopo il 1905, a seguito di un accordo franco-italiano, lasciano il protettorato francese per mettersi sotto quello del loro governo e la lingua italiana diviene la lingua insegnata nella scuola. L'Agente consolare francese allora apre una scuola, dove, per un anno, lui stesso insegna ai ragazzi assistito dal direttore dell'agenzia della Banca ottomana.

I Fratelli delle Scuole Cristiane si erano già offerti di prestare questo servizio, ma il Delegato apostolico di Siria si opponeva alla loro venuta. Dopo l'intervento delle autorità francesi, ottennero finalmente il permesso di venire. Disponevano di circa quindicimila metri quadrati di terreno che era stato donato da Giuseppe Catoni.

La scuola Santa Giovanna d'Arco si aprì l'11 ottobre 1912 con undici allievi. Era una scuola solo maschile come era d’uso all’epoca. Ben presto se ne contarono una quarantina, divisi in tre classi. Il primo direttore fu il fratello Laonce-Emile di soli 28 anni. Due anni più tardi scoppia la Grande Guerra. Quando la Turchia entra in guerra è la fine di ottobre e le autorità locali ottomane hanno la delicatezza di avvertirne in anticipo i Fratelli e di facilitare la loro partenza. Dunque ritornati, sette anni dopo il collegio aveva 159 allievi e la scuola gratuita ne aveva 155 per un totale di 314 allievi (1923).

Nel 1930 il sangiaccato di Iskenderun ha 4039 allievi nell'insegnamento pubblico e 5253 in quello privato. La città stessa ha circa 13.000 abitanti 3545 sono musulmani, 1079 sono cattolici; i restanti cittadini sono appartenenti ai diversi riti cristiani (8000 circa), tranne 355 ebrei. Quanto sopraddetto ci mostra una popolazione molto eterogenea.

L'Ordinamento agli Studi

L'ultimo direttore è stato il Fratel Imier-Felix, nativo del Libano, nato nel 1897 e morto nel 1951. Egli prende la direzione nel 1934. Egli allora fu a capo di un collegio a pagamento, in cui si insegna nelle classi primarie e primarie superiori. Gli esami a cui si preparano gli allievi sono:

•  il Certificato di studi francesi,
•  il Certificato superiore di lingua araba,
•  il Brevetto di contabilità,
•  il Certificato di contabilità,
•  il Diploma di dattilografia e quello di stenografia
•  il Diploma di fine studi

Oltre al francese e arabo si insegnava anche inglese, musica ed anche le Regole di Buon Comportamento.

Le attività extrascolastiche

Il Fratello Imier dirige anche una scuola gratuita, per i poveri ed i rifugiati, fatta di tre classi aperta nel 1923. È la Scuola S. Giuseppe. Il Fratello direttore modernizza il collegio e intrattiene eccellenti relazioni con le autorità civili e religiose. Si fa tanto apprezzare che quando il Fratello Visitatore lo vuole cambiare nel 1937, senz'altro per dargli una responsabilità maggiore, ha avuto pressioni da ogni parte per lasciare il Fratel Imer al suo posto. La scuola favorisce molte e varie attività:

• declamazione per favorire i progressi nelle lingue,
• formazione teatrale con rappresentazioni annulai aperte al pubblico,
•  una corale per elevare il tono delle cerimonie religiose in chiesa,
•  un inizio di accademia letteraria aperta ai migliori allievi,
•  delle feste sportive come era in uso farne all'epoca.

Il collegio dura tutto il tempo del Protettorato francese in Siria fra le due guerre mondiali. Approfitta anche della possibilità di accogliere giovani Fratelli durante il servizio militare. Questi militari assicurano l'insegnamento durante l'anno scolastico e attuano la loro formazione militare durante i periodi di vacanza. In questo modo il collegio riceve sempre dei giovani maestri che vengono dalla Francia e restano di solito due anni. È una sorgente di dinamismo e di rinnovamento dei metodi perché questi giovani maestri portano con loro quanto si praticava a quel tempo nei loro paesi di origine. Il cortile del Collegio restava aperto i giorni di vacanza per permettere ai giovani di venire a giocare. Vi si trovavano ogni sorta di giochi.
L'immobile costruito all'inizio minaccia di cadere. Il 15 ottobre 1937 si stacca un soffitto mentre in classe non ci sono allievi. Da molto tempo i Fratelli chiedevano un aiuto per poter rinnovare i locali. Un nuovo collegio è costruito nel 1938.

La forzata chiusura del Collegio

Nel 1939 gli allievi sono più di 500 di cui 400 al collegio e 150 alla scuola gratuita. Ma è in piena prosperità che la scuola dovrà chiudere le porte. All'inizio del mese di giugno 1939, il Fratello direttore annuncia, nonostante le notizie che circolano, la data del prossimo inizio della scuola, è fissata al 3 ottobre. Ma, in questo tempo, colloqui intercorrono fra le Autorità Turche e Francesi che portano all'accordo di Ankara, il 23 giugno dello stesso anno. Essi hanno deciso che la scuola francese divenga proprietà del Governo Turco, dietro un compenso monetario. Le classi sono affidate ai responsabili Turchi il 19 luglio. Si tratta dell’attuale Liceo di Iskenderun.

Il nome di Iskenderun non compare in nessuna parte degli archivi riguardanti la storia del Collegio Santa Giovanna d'Arco di Alessandretta. Due ragioni ci permettono di comprenderne il perché: esso non è mai dipeso dal Fratello Visitatore di Istanbul, ma da quello di Gerusalemme; inoltre esso fu soppresso al momento in cui l'Hatay entrò ufficialmente a far parte della Repubblica Turca.


Documento senza titolo
CHIESE
Chiesa Armena Gregoriana
Chiesa Greco Ortodossa
Chiesa Melchita
Chiesa Latino Cattolica
Chiesa Siro Cattolica
Chiesa Greco Melkita

Chiesa Maronita

Chiesa Caldea
Chiesa Armena Protestante
Tempio Anglicano
 
Moschee
Sinagoga
 
SCUOLE
Scuola Rüşdye
Collegio Giovanna D'Arco
Scuola francese
Scuola italiana
Scuola inglese
Scuola greca
 
 
Katolik Kilisesi - Yenisehir Mah. Mithat - Pasa Cad. No. 5 - PK 75 - 31201 Iskenderun, Turkey - Tel: +90 326 6175916 Fax: 613 92 91 - vicariatoanatolia@yahoo.com